Miscelazione Futurista2018-07-30T14:44:18+00:00

LA MISCELAZIONE FUTURISTA

Il Futurismo: poliedrico movimento artistico italiano del Novecento che ha influenzato l’Europa promuovendo rivoluzionari cambiamenti in ogni ambito culturale, dalle arti figurative, alla musica, al cinema, negli anni venti e trenta, ispirò le miscele più originali nella storia dei cocktail, sia nella proposta sia nello studio degli abbinamenti, nel tentativo di stravolgerne le regole, utilizzando quasi esclusivamente prodotti nazionali, come vermouth, grappa e liquori del territorio.

Tra gli artisti che si cimentarono nella creazione di polibibite Filippo Tommaso Marinetti, Fillia, Enrico Prampolini, Cinzio Barosi, Angelo Giachino, Paolo Alcide Saladin, Fortunato Depero e il dottor Vernazza.

Le polibibite (nome autarchico italiano in sostituzione dell’anglofono cocktail) furono ideate per essere funzionali all’azione da intraprendere dopo la bevuta. La carica alcolica della bevanda aumentava a seconda della difficoltà dell’azione: Permangiare, Peralzarsi, Guerrainletto, Paceinletto, Prestoinletto, Snebbianti, Inventine. Decorazioni e abbinamenti divennero parte integrante delle bevande, rendendo le polibibite delle autentiche e provocatorie opere d’arte temporanee.

Giulio Cocchi ha recuperato questa via italiana alla miscelazione coinvolgendo altre case storiche nel progetto di valorizzazione della liquoristica nazionale: Alpestre, Campari, Fabbri, Luxardo, Nardini, Pallini, Strega, Tassoni e, dal 2017, anche Vecchia Romagna.

Al progetto della Miscelazione Futurista fanno da corollario la pubblicazione del volume ‘‘La Miscelazione Futurista. Polibibite. La risposta autarchica italiana ai cocktail degli anni trenta’’, a cura di Fulvio Piccinino e una serie ininterrotta di seminari sulla Miscelazione Futurista in Italia e all’estero. Il concorso ‘‘Miscelatore Record Nazionale Futurista” è alla sua terza edizione.

I PARTNER DEL PROGETTO

IL LIBRO “LA MISCELAZIONE FUTURISTA”

Il volume, scaturito da anni di ricerche appassionate e indagini meticolose tra musei, collezionisti, mercatini dell’usato, biblioteche e antiquari a opera di Fulvio Piccinino, barman e insegnante con lo splendido chiodo fisso del Futurismo, vuole tradurre e rendere riproducibili e contemporanee 19 incredibili ricette concepite e realizzate tra il 1925 e il 1933 da diversi esponenti del Futurismo: pittori, poeti e artisti, audaci anticipatori di stili e tecniche che precorrono, sotto molti aspetti, l’arte della miscelazione contemporanea .

il libro Miscelazione Futurista

La Miscelazione Futurista raccoglie storie e aneddoti legati alla cucina di Marinetti & co. con particolare attenzione al mondo del bere miscelato. Illustra, tra filologia e attualità, 19 intriganti polibibite ed è integrato da una corposa appendice in cui trovano spazio i trucchi per realizzare un aeroaperitivo futurista e un neomanifesto del miscelatore futurista.

In pochi anni questo libro ha rilanciato uno stile di miscelazione dimenticato, diventando un testo imprescindibile per i barman più attenti, che ora possono provare l’emozione di miscelare una polibibita e servirla con la consapevolezza della sua genesi complessa e variegata – ma che ha fatto incuriosire ed entusiasmare anche i non addetti ai lavori per il suo apparato storico e iconografico e la cura con cui riesce a svelare lati sconosciuti del movimento futurista. Un manuale per la creazione di cocktail “vintage”, ma con precisa identità storica e culturale, documentato e originale, in un mondo dominato storicamente da ricette anglofone.

Al progetto hanno preso parte, oltre alla storica casa astigiana Giulio Cocchi – che ne è anche editore e ha promosso l’iniziativa – Alpestre, Campari, Fabbri, Luxardo, Nardini, Pallini, Strega, Tassoni e dal 2017 anche Vecchia Romagna, in una proficua sinergia nata dalla comune volontà di questi grandi liquoristi, accomunati da un legame di prodotto e storia agli anni del Futurismo, di incentivare lo sviluppo e la diffusione della miscelazione e della liquoristica storica italiana.

Pagine: 384
Formato: 16 x 24 cm
Edizione bilingue italiano/inglese
Seconda edizione

Leggi il comunicato stampa

PER INFORMAZIONI E ACQUISTO

I SEMINARI DI MISCELAZIONE FUTURISTA

il libro Miscelazione Futurista

I seminari a cura di Fulvio Piccinino, oltre 40 tra l’Italia e l’estero a partire dal 2014, sono stati ideati per rivalutare l’unico movimento artistico che abbia preso in considerazione la miscelazione, al punto da definirla,insieme a la cucina, l’ottava arte.

Spesso si dimentica che negli anni venti e trenta grazie agli artisti aderenti al Futurismo furono create le miscele più originali della storia del cocktail, nel tentativo rivoluzionario di stravolgerne le regole, utilizzando quasi esclusivamente prodotti nazionali, in particolar modo vermouth, grappa e liquori di territorio.
I seminari, hanno lo scopo di illustrare tecniche di servizio, liquori e cocktail del periodo per comprendere quanto possano essere attuali certe tecniche, oggi rivalutate e proposte in molti bar.
Un “come eravamo” per capire cosa sia e cosa sarà l’applicazione della miscelazione futurista al contesto attuale.

ARGOMENTI TRATTATI

  • La nascita del Futurismo come movimento culturale internazionale
  • Contestualizzazione delle polibibite nell’arte futurista
  • L’applicazione della regola futurista nella miscelazione
  • L’uso nella miscelazione di soli i prodotti italiani come vino, vermouth e grappa
  • Illustrazione di tecniche di servizio e prodotti dell’epoca
  • I sodalizi pubblicitari di Depero con Campari e Strega, la nascita della grafica pubblicitaria
  • Le innovazioni della miscelazione futurista: i concetti di simultaneità, mutamento, azzardo e stupore
  • La contemporaneità della miscelazione futurista con abbinamenti sensoriali, l’uso di luci, profumi e rumori
  • Preparazione e degustazione di alcune polibibite

Per informazioni: cocchi@cocchi.com – saperebere@hotmail.it

CONTATTI