Miscelatore Record Nazionale 20162018-07-30T14:48:23+00:00

MISCELATORE RECORD NAZIONALE 2016

La prima edizione della competizione, promossa da Giulio Cocchi in collaborazione con altre case storiche della liquoristica italiana:
Alpestre, Campari, Fabbri, Luxardo, Nardini,
Pallini, Strega e Tassoni, è iniziata con la selezione dei 10 finalisti, che sono stati annunciati a Milano nell’ambito di Baritalia Hub al Palazzo del Ghiaccio il 13 giugno.
La selezione delle dieci polibibite finaliste è avvenuta davanti al notaio: di altissimo profilo la partecipazione al concorso, con evidente ricerca storica e filologica tra le polibibite inviate.

I FINALISTI

Roberto Abbadati del  M.A.S. con la polibibita Densobolla
Mirco Camilletti del Green Bar di Fano con la polibibita Gusto Doppio
Giulia D’Alberto del Close di Palermo con la polibibita Primo Soccorso
Valerio Dussich del Bancoventisei di Latina con la polibibita V.a.f.f.a.
Elisa Favaron del Palazzo delle Misture Bassano del Grappa con la polibibita Svegliappetito
Cinzia Ferro  dell’Estremadura Café di Verbania con la polibibita Svetta
Carlotta Linzalata dello Smile Tree di Torino con la polibibita L’iperveloce
Nicola Mancinone dell’Hemingway Cocktail Restaurant di Alba con la polibibita La Eco-Logica
Enzo Tana del Business Caffé di Casoria con la polibibita Teatro della Sorpresa
Valerio Trentani del Mandarin Oriental di Milano con la polibibita Mi è caduto il bicchiere

Le polibibite finaliste

LA FINALE

La finale dell’edizione 2016 si è svolta a Torino il 4 luglio 2016 presso il Lounge Bar del Piano35 del grattacielo Intesa Sanpaolo da poco inaugurato sotto la guida del capo barman Mirko Turconi.

I dieci finalisti hanno preparato le loro “misture” sotto gli occhi vigili di una giuria d’eccezione: Fulvio Piccinino, barman e studioso autore del libro “La Miscelazione futurista”; Erik Lorincz, head bartender dell’American Bar del Savoy di Londra; Christian Maspes, head bartender del Gong Bar allo Shangri-La Hotel dello Shard di Londra; Flavia Fresia giornalista di Bargiornale; Alessandro Procoli del Jerry Thomas Speakeasy di Roma e Roberto Bava, AD di Cocchi e alla presenza del notaio Paolo Bonomo.

LA PREMIAZIONE

Cinzia Ferro, dell’Estremadura Café di Verbania, con la sua polibibita Svetta si è aggiudicata il titolo di Miscelatore Record Nazionale Futurista 2016. Alla vincitrice è andata anche la menzione speciale Alpestre, come a Giulia D’Alberto del Close di Palermo che ha presentato in concorso la polibibita Primo Soccorso; menzione speciale Fabbri per Valerio Trentani del Mandarin Oriental di Milano che ha concorso con la polibibita Mi è caduto il bicchiere; menzione speciale Strega a Elisa Favaron del Palazzo delle Misture Bassano del Grappa che ha ideato la polibibita Svegliappetito e menzione speciale Giulio Cocchi a Carlotta Linzalata (Smile Tree di Torino per la polibibita L’iperveloce) e Valerio Dussich (Bancoventisei di Latina per la polibibita V.a.f.f.a).

IL PREMIO

Cinzia Ferro si è aggiudicata la corona metallica di Farfa e i biglietti per volare al Tales of the Cocktail 2016 di New Orleans, la manifestazione internazionale di riferimento nel settore della miscelazione.

LA POLIBIBITA VINCITRICE

Svetta è una “polibibita inventina” descritta dall’autrice Cinzia Ferro come “rinfrescante e non molto alcolica per avere fulmineamente idee nuove e originali”.

Composizione:

0,5 cl Menta fredda Fabbri
1 cl Alpestre, 3 cl Amaro Tassoni
4 cl Americano Cocchi
7,5 cl Cedrata Tassoni

Nel bicchiere: radice di genziana
Sul granito: Mela verde, biscotto salato, granita al genepì, stella alpina (coltivata)

LA FESTA

Futurista anche la festa che ha seguito la proclamazione del vincitore, tra clangori e versi di poesia (“Assalti Sonori futuristi”, concerto in sintesi poetiche messo in scena da Rocco Antonio Buccarello con le musiche di Andrea Satomi Bertorelli), esposizione delle opere autentiche di Arturo Bonetti e Fillia, Mangia-In-Piedi e ospiti arrivati da tutta Europa.

CONTATTI